ALBEROBELLO

Patrimonio dell'Umanità Unesco, Alberobello assomiglia a un centro urbano per gli gnomi. La zona dei trulli, nella parte più occidentale delle due colline della città, è una densa massa, a forma di alveare, di 1500 case, con la punta bianca come spolverata dalla neve. Questi edifici in pietra a secco sono fatti di pietra calcarea locale; nessuno è più vecchio del 14 ° secolo. Gli abitanti non indossano cappelli a punta, ma vendono tutto ciò che un visitatore potrebbe (o non potrebbe) desiderare, dai trulli in miniatura agli scialli di lana.


CISTERNINO

Affascinante città collinare imbiancata a calce, Cisternino, dal ritmo lento, ha un affascinante centro storico oltre ad una periferia moderna; con il suo nodo kasba di strade, è stato designato come uno dei borghi più belli di Italia. Oltre alla Chiesa Matrice e alla Torre Civica del XIII secolo, c'è un bel giardino comune con vista sulla campagna. Se prendi Via Basilioni accanto alla torre, puoi passeggiare lungo un elegante percorso fino alla piazza centrale, Vittorio Emanuele.


LOCOROTONDO

Locorotondo è dotato di un centro storico pedonale e silenzioso, dove tutto è luccicante di bianco a parte i gerani rosso sangue che cadono dalle finestre. Situato su una collina dell'Altopiano delle Murge, è uno dei borghi più belli d'Italia. Ci sono pochi "panorami" in quanto tali - piuttosto, la città stessa è uno spettacolo. Le strade sono pavimentate con pietre colorate levigate, con la chiesa di Santa Maria della Graecia come il loro centro focale.


POLIGNANO A MARE

Immergiti in questa piccola città spettacolare, se puoi. Situata a circa 34 km a sud di Bari sulla strada costiera S16, Polignano a Mare è costruita sul bordo di una gola rocciosa con grotte. La città è considerata uno degli insediamenti antichi più importanti della Puglia e in seguito fu abitata da invasori successivi che andavano dagli Unni ai Normanni. La domenica le logge (balconate) sono affollate di escursionisti da Bari che vengono qui per vedere le onde che si infrangono, visitare le grotte e affollare le cornerie (negozi specializzati in croissant italiani) nel suggestivo centro storico.


MARTINA FRANCA

Il vecchio quartiere di questa città è una pittoresca scena di vicoli tortuosi, case bianche accecanti e gerani rosso sangue. Qui si trovano anche graziosi edifici in stile barocco e rococò, piazze ariose e balconi in ferro battuto che quasi sfiorano le stradine.


BRINDISI

Come tutti i porti, Brindisi ha il suo aspetto oscuro, ma è anche sorprendentemente lento, in particolare lungo il corso Garibaldi, fiancheggiato da palme, che collega il porto alla stazione ferroviaria, e la passeggiata che si estende lungo l'interessante lungomare (lungomare).


LECCE

Se la Puglia fosse un film, Lecce sarebbe scelta per il ruolo da protagonista. Lasciata in eredità con una generosa scorta di edifici barocchi da parte degli architetti del XVII secolo, la città ha una completezza e omogeneità che mancano a tutte le altre metropoli dell'Italia meridionale. Difatti, l'architettura di Lecce è così particolare che ha acquisito il proprio nome, il barocco leccese, un'incarnazione espressiva ed estremamente decorativa del genere pieno di doccioni, colonne, e gremlins saltellanti. Il viaggiatore solitario del XVIII secolo, Thomas Ashe, la considerò "la città più bella d'Italia", ma il marchese Grimaldi, meno impressionato, disse che la facciata della Basilica di Santa Croce gli faceva pensare che un pazzo avesse un incubo.


BARI

Se Lecce è la Firenze del sud, Bari è la sua Bologna, una città storica ma che guarda avanti con un'alta percentuale di giovani e migranti che gli conferiscono vigore. Più urbana di Lecce e Brindisi, con viali più grandi e vita notturna piu' intensa, Bari ha una grande università, un teatro dell'opera e edifici comunali bellissimi.


TARANTO

La poderosa colonia greco-spartana di Taras è, oggi, una città composta da due parti distinte: un centro storico su una piccola isola artificiale che protegge una laguna (il Mar Piccolo), e una nuova città più elegante piena di ampie strade disposte in una griglia ben definita. Il contrasto tra i due è improvviso e acuto: il piccolo centro storico, con il suo muscoloso castello aragonese, ha un'aria spettacolare e quasi a riposo, mentre la nuova città più grande è più affollata, oltre che animata dal commercio.


GALLIPOLI

Come Taranto, Gallipoli è una città con due parti: l'area piu' moderna è basata sulla terraferma, mentre il vecchio centro storico si trova su una piccola isola che si protende nel Mar Ionio. Con molta architettura barocca, seconda per quantita' solo a Lecce, è, senza dubbio, il più bello degli insediamenti più piccoli del Salento.


OTRANTO

Insanguinata e ferita da un famigerato massacro turco nel 1480, Otranto è apprezzata per la sua bellissima cattedrale, dove le ossa di 813 martiri sono esposte in una vetrina dietro l'altare. Meno macabro è l'altro pezzo pregiato della cattedrale, il suo pavimento a mosaico medievale, che rivaleggia con i famosi mosaici paleocristiani di Ravenna per ricchezza e importanza storica.


TRANI

Conosciuta come la "Perla della Puglia", la bellissima Trani ha un'atmosfera sofisticata, in particolare in estate quando i visitatori benestanti visitano i moltissimi bar sul lato del porto. Il porto turistico è il luogo ideale per passeggiare e guardare gli yacht bianchi e le barche da pesca nel porto, mentre il centro storico, con le sue chiese medievali, le strade lucide di pietra calcarea, lo storico quartiere ebraico, e i palazzi sbiaditi ma affascinanti è un'incantevole area da esplorare. Ma è la cattedrale, pallida contro il mare blu intenso, che è la vista più avvincente della città.


MATERA

Matera, il gioiello della Basilicata, potrebbe essere il terzo insediamento umano abitato ininterrottamente nel mondo. Le grotte naturali nel tufo, esposte al taglio della gola della Gravina, attirarono i primi abitanti forse 7000 anni fa. Strutture più elaborate sono state costruite sopra. Oggi, guardando attraverso la gola verso i sassi rannicchiati di Matera, sembra che tu sia stato trasportato di nuovo nell'antica Terra Santa. In effetti, la "Città Sotterranea" (Città sotterranea) è stata spesso utilizzata per scene bibliche in film e TV.

Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer